Separazione/Mantenimento

Divorzio: nuovi parametri per la determinazione assegno di mantenimento

È stato depositato un progetto di legge volto a modificare i parametri per la determinazione assegno di mantenimento in caso di divorzio. Questo potrebbe essere una base per la prossima legislatura per risolvere un problema annoso.

Scopri in questo articolo come puoi utilizzare il servizio DETECT PERSONA FISICA
Pensato per
Privato
Fornisce informazioni su
Privato Settore Vetture
da 90,00 € + IVA

La determinazione assegno di mantenimento storicamente

Dal 1990, l’assegno era dovuto al coniuge che non era in grado di mantenere il precedente tenore di vita matrimoniale; un principio che aveva finito per creare profonde ingiustizie, come nei casi di assegni a vita dati a coniugi molto giovani o che non avevano dato nessun tipo di contributo in famiglia, a cui facevano da contraltare altri ridotti in uno stato di semipovertà.

Le sentenze succedutesi da maggio in poi hanno ribaltato la situazione: l’assegno è dovuto nella misura in cui permette all’ex di essere “economicamente indipendente”. Si è passati quindi da un eccesso di ingiustizia (l’assegno sempre e comunque) all’altro (l’assegno solo se si è vicini alla “soglia di povertà”).

Il nuovo Progetto di Legge per la determinazione assegno di mantenimento

È stato così depositato un progetto di legge diretto a modificare i parametri per la determinazione assegno di mantenimento.

L’assegno è dovuto nella misura in cui è utile a riequilibrare le disparità economiche che si creano col divorzio, tenendo conto delle condizioni economiche, del contributo dato alla famiglia, degli impegni nei confronti dei figli, delle concrete possibilità di riciclarsi sul mercato del lavoro, delle rinunce fatte per la famiglia.

L’assegno a tempo

Viene anche introdotta la possibilità dell’assegno a tempo ossia concesso per un periodo che possa servire al coniuge debole a riacquistare una indipendenza professionale. Tuttavia l’introduzione del divorzio con addebito, previsto nel disegno di legge, rischia di dar luogo a processi infiniti.

Come fare per verificare l’effettivo patrimonio dell’ex coniuge?

Quando abbiamo bisogno di identificare con correttezza la situazione economica e patrimoniale dell’ex coniuge, Detect è la risposta. Un prodotto completo in grado di fornire una fotografia nitida e fedele della sua situazione.

 

Detect Persona Fisica
  • Verifica dei dati anagrafici del soggetto
  • Accertamento residenza
  • Accertamento domicilio
  • Attuale occupazione ed eventuale emolumento percepito
  • Rilevazione e attualizzazione di eventuali interessi imprenditoriali del soggetto
  • Il report prevede ricerche specifiche volte ad individuare a nome del soggetto richiesto partecipazioni in società di capitali, proprietà immobiliari e di eventuali veicoli
  • E’ inoltre impreziosito dall’ispezione delle Negatività ufficiali come i protesti e i pregiudizievoli, ricerche utili a fornire un quadro preciso della situazione economico/finanziaria del soggetto di indagine
da 90,00 € + IVA

Inserisci la tua mail per ricevere la demo del report Detect Persona Fisica

Lascia un commento.

*