Attualità, Diritto di famiglia

L’amore al tempo del Coronavirus è una faccenda complicata. Il lockdown ha messo a dura prova alcune coppie e in tutto il mondo aumentano separazioni e divorzi.

L’amore al tempo del Coronavirus è una faccenda complicata.
Scopri in questo articolo come puoi utilizzare il servizio DETECT PERSONA FISICA
Pensato per
Privato
Fornisce informazioni su
Privato Settore Vetture
da 90,00 € + IVA

Come molti ricorderanno in Cina, appena terminato il lockdown, ci fu una gran richiesta di divorzi. La stessa sorte purtroppo sembra toccare anche l’Italia e a molti altri Paesi del mondo.
A giudicare dai dati che arrivano sembra emergere che la quarantena abbia messo a dura prova emozioni ed affetti, modificando in molti casi la routine familiare.

Come ha dichiarato a Vanity Fair Valentina Ruggiero, Avvocato esperto in Diritto di famiglia, le richieste per i divorzi sono aumentate a dismisura in questi giorni di riapertura. La Ruggiero ha spiegato come questa situazione difficile, che ha generato diverse forme di stress nella maggior parte delle persone, abbia in qualche modo fatto esplodere delle tensioni già esistenti oppure abbia portato all’esasperazione situazioni che non erano propriamente rosee.

L’avvocato, nella sua analisi, ha fatto notare come gli ultimi mesi siano stati carichi di stress emotivi che in qualche modo hanno portato a prendere delle decisioni di impulso. È importante, infatti, valutare attentamente se si è di fronte ad una crisi derivata dal momento o se il matrimonio sia davvero giunto al termine. Ogni avvocato divorzista, infatti, ha sempre il dovere morale di capire se la volontà di separarsi è reale e se necessario fornire alla coppia un aiuto psicologico.

Nelle prossime settimane, sicuramente, assisteremo allo scioglimento di molte famiglie e per questo il Consiglio Nazionale Forense (CNF) ha iniziato a consentire alle coppie che richiedono la separazione consensuale di farlo anche via mail con delle vere e proprie udienze virtuali.

Ma quando il matrimonio tra due persone finisce, ci sono due vie per dirsi addio: la prima è quella tradizionale della separazione e del successivo divorzio davanti al Tribunale Civile; la seconda è quella della sentenza emessa dal Tribunale Ecclesiastico con cui viene dichiarata la nullità del matrimonio. Scegliere di intraprendere una via piuttosto che un’altra dipende da qual è l’obiettivo che si prefigge la parte.
Una delle differenze sostanziali è che con il divorzio si può ottenere il mantenimento, mentre la nullità del matrimonio implica la cancellazione di tutti gli effetti del matrimonio e quindi non è dovuto neanche il mantenimento. Quindi, è chiaro che chi ha un reddito più elevato riterrà più conveniente chiedere la nullità del matrimonio, mentre chi ha un reddito più basso o è disoccupato perderà in tal caso il contributo mensile.

In caso di separazione o divorzio, per gestire al meglio situazioni delicate, tutelarsi il più possibile e attribuire assegni di mantenimento adeguati il servizio DETECT di Clipeo è in grado di fornire una fotografia nitida e chiara della reale situazione economica e patrimoniale dell’ex coniuge.

Detect Persona Fisica
  • Verifica dei dati anagrafici del soggetto
  • Accertamento residenza
  • Accertamento domicilio
  • Attuale occupazione ed eventuale emolumento percepito
  • Rilevazione e attualizzazione di eventuali interessi imprenditoriali del soggetto
  • Il report prevede ricerche specifiche volte ad individuare a nome del soggetto richiesto partecipazioni in società di capitali, proprietà immobiliari e di eventuali veicoli
  • E’ inoltre impreziosito dall’ispezione delle Negatività ufficiali come i protesti e i pregiudizievoli, ricerche utili a fornire un quadro preciso della situazione economico/finanziaria del soggetto di indagine
da 90,00 € + IVA

Inserisci la tua mail per ricevere la demo del report Detect Persona Fisica

Lascia un commento.

*