Attualità, Condominio

Lite per l’affitto: il proprietario prende a schiaffi l’inquilino

Una discussione sull'affitto di casa, i toni che si accendono e la tensione che sale. Poi il confronto degenera, volano parole grosse e partono gli schiaffi. È l'antefatto dal quale i carabinieri della stazione di Boville Ernica sono partiti dopo aver ricevuto una querela sporta da un quarantasettenne del posto. Da qui sono partite le indagini che hanno condotto alla denuncia di un trentaquattrenne, anche lui residente a Boville Ernica, già conosciuto dalle forze dell'ordine per vicende penali in materia di detenzione di sostanze stupefacenti. Le accuse a cui il giovane dovrà rispondere sono quelle di minaccia e violenza privata. L'uomo, nel pomeriggio di sabato scorso, aveva incontrato un cittadino rumeno al quale ha dato in locazione una sua abitazione. Il faccia a faccia sarebbe dovuto servire a chiarire alcune incomprensioni dovute alla gestione dell'abitazione affittata al rumeno. Durante l'incontro però, tra i due è nata un'accesa discussione che ben presto è passata dalle parole ai fatti. Secondo quanto sostenuto dell'affittuario, il proprietario di casa gli avrebbe rifilato alcuni schiaffi in faccia. Da qui la querela e la denuncia a piede libero. Le regole per trovare un inquilino affidabile Trovare l’inquilino ‘perfetto’ a cui affittare il proprio appartamento non è sempre e solo questione di fortuna. Al giorno d’oggi gli inquilini morosi e incuranti sono sempre più numerosi per cui trovarli affidabili è sempre più difficile. Tra i proprietari di immobili c’è chi preferisce cederli in locazione ad un canone inferiore rispetto al passato e chi addirittura preferisce lasciarli liberi per evitare problemi con eventuali inquilini. Questo, però, per chi è proprietario di immobili significa avere un bene sul quale anziché guadagnare si finisce per rimetterci date le numerose spese, imposte e tasse che gravano sugli immobili. In questi ultimi anni è cresciuto notevolmente il numero degli alloggi che non si riescono ad affittare a causa della contrazione della domanda di mercato e della sovrabbondanza di offerta. Ma a volte tenere l’immobile sfitto è una scelta del proprietario che magari, scottato da esperienze precedenti, preferisce tenere l’immobile vuoto piuttosto che avere inquilini morosi o che gli distruggono tutto. Per questo motivo trovare inquilini affidabili è sempre più difficile, ma per effettuare una ricerca accurata è necessario seguire alcune regole di base. Innanzitutto è necessario conoscere veramente chi è l’inquilino. Per tutelarsi, è buona norma acquisire quante più informazioni possibili sul soggetto in questione, chiedendo innanzitutto le ultime tre buste paga o la dichiarazione dei redditi. Bisognerebbe poi cercare delle referenze dal precedente locatario per accertarsi che non ci siano eventuali protesti. Una volta prese le informazioni sarebbe preferibile applicare un canone di affitto che non superi il 30-40% del reddito lordo del nucleo familiare. Un’ulteriore garanzia può essere la richiesta di una fideiussione bancaria. Inoltre, nel caso in cui si affitti l’appartamento ammobiliato, sarebbe opportuno che il proprietario catalogasse e fotografasse i mobili e gli oggetti presenti in casa e che l’inquilino apponesse la propria firma su tali fotografie in modo tale che in caso di danno spetti a lui pagare le spese di riparazione. Nel caso in cui, però, non fosse possibile per svariati motivi richiedere o ottenere una copia della busta paga o una lettera di referenze è possibile richiedere il servizio Screening di Clipeo. Con Screening è possibile conoscere con esattezza la solvibilità e la reputazione del tuo nuovo inquilino al fine di stipulare un contratto con sicurezza e tranquillità. Conoscere la situazione patrimoniale e reputazionale del futuro inquilino è infatti necessario e fondamentale per potergli dare fiducia e per non rischiare di ritrovarsi in situazioni sconvenienti.
Scopri in questo articolo come puoi utilizzare il servizio SCREENING
Pensato per
Privato
Fornisce informazioni su
Privato
da 360,00 €
252,00 € + IVA

Una discussione sull’affitto di casa, i toni che si accendono e la tensione che sale. Poi il confronto degenera, volano parole grosse e partono gli schiaffi.
È l’antefatto dal quale i carabinieri della stazione di Boville Ernica sono partiti dopo aver ricevuto una querela sporta da un quarantasettenne del posto.

Da qui sono partite le indagini che hanno condotto alla denuncia di un trentaquattrenne, anche lui residente a Boville Ernica, già conosciuto dalle forze dell’ordine per vicende penali in materia di detenzione di sostanze stupefacenti.

Le accuse a cui il giovane dovrà rispondere sono quelle di minaccia e violenza privata. L’uomo, nel pomeriggio di sabato scorso, aveva incontrato un cittadino rumeno al quale ha dato in locazione una sua abitazione. Il faccia a faccia sarebbe dovuto servire a chiarire alcune incomprensioni dovute alla gestione dell’abitazione affittata al rumeno. Durante l’incontro però, tra i due è nata un’accesa discussione che ben presto è passata dalle parole ai fatti. Secondo quanto sostenuto dell’affittuario, il proprietario di casa gli avrebbe rifilato alcuni schiaffi in faccia. Da qui la querela e la denuncia a piede libero.

Le regole per trovare un inquilino affidabile

Trovare l’inquilino ‘perfetto’ a cui affittare il proprio appartamento non è sempre e solo questione di fortuna. Al giorno d’oggi gli inquilini morosi e incuranti sono sempre più numerosi per cui trovarli affidabili è sempre più difficile.

Tra i proprietari di immobili c’è chi preferisce cederli in locazione ad un canone inferiore rispetto al passato e chi addirittura preferisce lasciarli liberi per evitare problemi con eventuali inquilini. Questo, però, per chi è proprietario di immobili significa avere un bene sul quale anziché guadagnare si finisce per rimetterci date le numerose spese, imposte e tasse che gravano sugli immobili.

In questi ultimi anni è cresciuto notevolmente il numero degli alloggi che non si riescono ad affittare a causa della contrazione della domanda di mercato e della sovrabbondanza di offerta. Ma a volte tenere l’immobile sfitto è una scelta del proprietario che magari, scottato da esperienze precedenti, preferisce tenere l’immobile vuoto piuttosto che avere inquilini morosi o che gli distruggono tutto.

Per questo motivo trovare inquilini affidabili è sempre più difficile, ma per effettuare una ricerca accurata è necessario seguire alcune regole di base.

Innanzitutto è necessario conoscere veramente chi è l’inquilino.
Per tutelarsi, è buona norma acquisire quante più informazioni possibili sul soggetto in questione, chiedendo innanzitutto le ultime tre buste paga o la dichiarazione dei redditi. Bisognerebbe poi cercare delle referenze dal precedente locatario per accertarsi che non ci siano eventuali protesti. Una volta prese le informazioni sarebbe preferibile applicare un canone di affitto che non superi il 30-40% del reddito lordo del nucleo familiare. Un’ulteriore garanzia può essere la richiesta di una fideiussione bancaria. Inoltre, nel caso in cui si affitti l’appartamento ammobiliato, sarebbe opportuno che il proprietario catalogasse e fotografasse i mobili e gli oggetti presenti in casa e che l’inquilino apponesse la propria firma su tali fotografie in modo tale che in caso di danno spetti a lui pagare le spese di riparazione.

Nel caso in cui, però, non fosse possibile per svariati motivi richiedere o ottenere una copia della busta paga o una lettera di referenze è possibile richiedere il servizio Screening di Clipeo.

Con Screening è possibile conoscere con esattezza la solvibilità e la reputazione del tuo nuovo inquilino al fine di stipulare un contratto con sicurezza e tranquillità.

Conoscere la situazione patrimoniale e reputazionale del futuro inquilino è infatti necessario e fondamentale per potergli dare fiducia e per non rischiare di ritrovarsi in situazioni sconvenienti.

Screening
  • Verifica dei dati anagrafici del soggetto
  • Accertamento residenza
  • Domicilio
  • Nucleo familiare attuale e originario
  • Riscontro sull’attività lavorativa svolta arricchito da elementi reddituali, verifica delle precedenti attività lavorative
  • Rilevazione e attualizzazione di eventuali partecipazioni e interessi imprenditoriali del soggetto e del coniuge, con riferimento anche a cariche recesse
  • Patrimonio immobiliare
  • Ispezione delle Negatività ufficiali come protesti e pregiudizievoli
  • Indagine reputazionale sul soggetto
da 360,00 €
252,00 € + IVA

Inserisci la tua mail per ricevere la demo del report Screening

Lascia un commento.

*