Attualità

Amministratore senza requisiti, la nomina non si può impugnare

Amministratore senza requisiti, la nomina non si può impugnare
Scopri in questo articolo come puoi utilizzare il servizio SCREENING
Pensato per
Privato
Fornisce informazioni su
Privato
da 360,00 € + IVA

La Corte di Appello di Milano, con sentenza 1873/2021, ha redatto una sorta di vademecum sull’atto di nomina dell’amministratore e sui potenziali vizi della verbalizzazione precisando che, mentre la mancata specifica del compenso analitico determina la nullità della delibera, l’omessa indicazione dei requisiti professionali è irrilevante per i profili di legittimità del deliberato.

Il caso da cui prende spunto la controversia è l’impugnazione di più delibere assembleari con cui, rispettivamente, era stata disposta la conferma dell’amministratore (persona giudica), senza che fossero specificati i compensi e il possesso dei requisiti professionali.

I requisiti professionali
L’asserita mancanza dei requisiti per i soggetti dell’amministratore condominiale, spiega la Corte d’Appello, rileverebbe al più come motivo di revoca da far valere nelle sedi competenti e non può costituire motivo di impugnativa della delibera di nomina né tanto meno ai fini dell’invalidità delle attività compiute dall’amministratore.

Il nodo del compenso
Il comma 14 dell’articolo 1129 del Codice civile dispone che l’importo per l’attività dell’amministratore deve essere specificato analiticamente non solo all’atto dell’accettazione della nomina, ma anche del rinnovo, e non è sufficiente il mero rinvio a note inviate in precedenza.

La Corte di Appello – richiamando l’argomentazione riportata nella sentenza di primo grado – enuncia al riguardo il «principio di autosufficienza del deliberato» che impone la necessità che la delibera assembleare sia completa e immediatamente intelligibile, anche mediante i documenti da essa approvati e che debbono esservi allegati, non rilevando invece documenti di formazione successiva alla stessa.

La nota esplicativa
Merita poi un cenno a parte un’altra questione affrontata nella sentenza, quella che riguarda l’invalidità del rendiconto approvato per mancanza della nota esplicativa nel rendiconto. La Corte afferma che «Si tratta di documento che concorre alla formazione del rendiconto e forma un unicum inscindibile, insieme con registro e riepilogo, per il soddisfacimento dell’interesse del condomino ad una conoscenza concreta dei reali elementi contabili recati dal bilancio, perché possa esprimere un voto cosciente e meditato; sicché, ove tale nota manchi, la delibera assembleare di approvazione è invalida» (in linea con la sentenza di Cassazione 33038/2018).

La soluzione di Clipeo
Per amministrare un condominio la legge non richiede caratteristiche particolari (per esempio, titolo di studio, iscrizione ad albi professionali o simili), ma ciò non toglie che i candidati debbano avere requisiti personali e tecnici rilevanti. Trovare un amministratore affidabile, preciso e competente spesso si mostra essere un’impresa ardua.

Il servizio Screening di Clipeo offre un rapporto completo e approfondito sulle persone fisiche che prende in considerazione diversi ambiti riguardanti il soggetto, da quello privato a quello lavorativo.
Per valutare al meglio l’affidabilità di un eventuale amministratore di condominio e poter stabilire con lui un rapporto di fiducia reciproca è importante capire fin da subito il tipo di persona che stiamo decidendo di assumere.

Grazie al servizio di Screening si può ottenere un quadro completo del soggetto verificandone il background professionale al fine di prevenire il più possibile il rischio di affidarsi alla persona sbagliata.

Fonte: Il Sole 24 Ore/Clipeo

Screening
  • Verifica dei dati anagrafici del soggetto
  • Accertamento residenza
  • Domicilio
  • Nucleo familiare attuale e originario
  • Riscontro sull’attività lavorativa svolta arricchito da elementi reddituali, verifica delle precedenti attività lavorative
  • Rilevazione e attualizzazione di eventuali partecipazioni e interessi imprenditoriali del soggetto e del coniuge, con riferimento anche a cariche recesse
  • Patrimonio immobiliare
  • Ispezione delle Negatività ufficiali come protesti e pregiudizievoli
  • Indagine reputazionale sul soggetto
da 360,00 € + IVA

Inserisci la tua mail per ricevere la demo del report Screening

Lascia un commento.

*